Regione Emilia-Romagna

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

Hai gestito, partecipato o hai info su questo processo? Integra le informazioni

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Anno di avvio

Anno di chiusura

2023

Gestione di Processo

Indirizzo

Viale Trastevere, 76/a, 00153 ROMA

Titolari della decisione

Ministero dell'Istruzione e del merito

Caratteristiche

Ambito di intervento

Tematica specifica

Design del processo partecipativo

La consultazione pubblica, promossa dalla Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale (DGEFID) del Ministero dell’istruzione e del merito (MIM), ha avuto l’obiettivo di raccogliere pareri e contributi sui documenti che costituiscono i passi verso l’aggiornamento del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD). La trasformazione digitale, che pervade la società, rende prioritario definire una strategia per l’innovazione che consenta di innalzare le competenze dei docenti e degli studenti e favorisca didattiche orientative, inclusive e trasversali, rispondendo all’eterogeneità dei bisogni educativi e potenziando l’efficacia dei processi di insegnamento-apprendimento. In quest’ottica la DGEFID sta rinnovando il PNSD attraverso una molteplicità di azioni concertate e integrate, accogliendo i risultati del lavoro del Comitato tecnico-scientifico (CTS) e di un’ampia azione di ascolto del mondo della scuola #PartiamoDaVoi. L’aggiornamento del PNSD si pone l’obiettivo di contribuire al percorso di innovazione e qualificazione del sistema scolastico, accompagnando le scuole e i docenti, attraverso un approccio sistemico, nella transizione digitale. Lo scopo è quello di definire una strategia di innovazione, in una cornice di senso organica, verso cui far convergere il vasto repertorio di iniziative e progetti in atto per migliorare l‘esperienza didattica, innalzare le competenze degli studenti, i risultati di apprendimento e sostenere il successo formativo. Il Piano: concorre alla realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Goal 4 e 10), del Piano di azione per l’istruzione digitale 2021- 2027 della Commissione europea e si ispira ai quadri europei di riferimento (DigComp.Org, DigComp.Edu e DigComp 2.2); è inserito nella Strategia nazionale per le competenze digitali e integra le risorse previste dal Piano Scuola 4.0 e da PA digitale 2026; tiene conto delle più recenti Proposte di Raccomandazioni della Commissione al Consiglio Europeo(Proposal for a Council recommendation on improving the provision of digital skills in education and training; Strasbourg, 18.4.2023 COM (2023) 206 final 2023/0099-NLE, Proposal for a Council recommendation on the key enabling factors for successful digital education and training Strasbourg, 18.4.2023 COM (2023) 205 final 2023/0099- NLE). La consultazione Piano Nazionale Scuola Digitale è stata condotta avvalendosi di ParteciPa, piattaforma nata da un progetto congiunto del Dipartimento della funzione pubblica e del Dipartimento per le riforme istituzionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto di Formez PA, per favorire i processi di partecipazione. La fase di raccolta dei contributi degli utenti della consultazione sul Piano Nazionale Scuola Digitale si è aperta il 16 maggio 2023 per concludersi il 15 giugno 2023 e ha ricevuto un totale di 1.554 risposte a questionario. Attraverso le risposte al questionario - composto da un totale di 14 domande sia a risposta chiusa che a riposta aperta - gli utenti hanno potuto esprimere la loro opinione sui contenuti del Rapporto “Verso il nuovo Piano Nazionale Scuola Digitale: principi ispiratori e proposte” redatto dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS) e sul documento preliminare al PNSD. Il questionario poteva essere compilato soltanto una volta da ogni utente loggato alla piattaforma ParteciPa attraverso il proprio account SPID. I partecipanti alla consultazione sul Piano Nazionale Scuola Digitale provengono da tutte le Regioni d'Italia. Circa la metà dei questionari provengono utenti residenti in Veneto, Piemonte, Lazio e Puglia. L'analisi strutturata di tutti i contributi inviati dagli utenti che hanno preso parte al percorso partecipativo sul Piano Nazionale Scuola Digitale ha condotto alle seguenti conclusioni. Cosa viene recepito dei commenti ricevuti dalla consultazione pubblica: I contributi ricevuti dalle risposte aperte sono risultati in linea con i contenuti del Rapporto del CTS e del Documento propedeutico del PNSD. Le riflessioni, i commenti e le proposte dei partecipanti hanno enfatizzato alcuni aspetti già esaminati nei due documenti, pertanto sono stati accolti e recepiti tutti i contributi per il miglioramento del Piano. Cosa sarà oggetto di futuri aggiornamenti del Piano: Il Piano Nazionale Scuola Digitale, pur partendo da un impianto definito, vuole essere uno strumento adattivo, versatile e dinamico, aperto a un processo di collaborazione partecipativa continua.

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Raccogliere pareri e contributi sui documenti che costituiscono i passi verso l’aggiornamento del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD); definire una strategia per l’innovazione che consenta di innalzare le competenze dei docenti e degli studenti e favorisca didattiche orientative, inclusive e trasversali, rispondendo all’eterogeneità dei bisogni educativi e potenziando l’efficacia dei processi di insegnamento-apprendimento.

Premialità Tecniche

Progetto in materia di transizione ecologica

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Bonus assegnati al Processo

Bonus Parità di Genere

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Bonus Accessibilità

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Crediti

Processo segnalato da

Segnalazione web Nazionale

Segnalato da Persona

Osservatorio partecipazione
Data ultima modifica: 19/12/2023