stainZONA. Per una democrazia rappresentativa e partecipativa di prossimità Nuovo Regolamento dei Consigli di Zona

CertificatoFinanziato

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Natura Processo

Processo certificato e finanziato

Data inizio

26/11/2015

Data fine

26/05/2016

Durata (mesi)

6

Gestione di Processo

Soggetto beneficiario dei contributi

Comune di Cervia

Titolari della decisione

Comune di Cervia

Soggetti esterni

Associazione Professionale Principi Attivi

Partecipanti

Coordinamento del volontariato di Cervia ONLUS / Singoli cittadini

Caratteristiche

Struttura responsabile del processo

sindaco - Servizi alla persona, Servizi al territorioCervia Informa, Sportelli di riferimento per il cittadinoCommissioni consiliari

Mappa di Impatto

archive/2015121873350.902.jpg

Ambito di intervento

Assetto Istituzionale

Tematica specifica

Normativa locale

Attività istituzionale correlata al processo di partecipazione

Altre iniziative

Tipo di partecipazione

Non regolata

Codecisione

Numero persone partecipanti (stimate o effettive)

40

Tra i soggetti partecipanti si registra la presenza femminile

Si

Riscontro della prevalenza di genere fra i partecipanti

Femminile

Conciliazione con tempi di vita e lavoro dei partecipanti nella gestione del processo

Si

Anno di avvio

2015

Anno di chiusura

2016

Fasi del percorso

Condivisione del percorso: Impostazione metodologica e coordinamento interno. Promozione del progetto e sollecitazione delle realtà sociali. Costituzione del primo nucleo del TdN e definizione delle regole di funzionamento. Programmazione operativa del processo partecipativo. Attivazione strumenti di comunicazione previsti. Svolgimento del percorso: Apertura del processo. Focus group dedicato a individuare aspetti negativi e positivi degli attuali strumenti di “rappresentanza” e “decentramento” (Sindacati, Ordini, Associazioni di Categoria, Associazioni, comitati, realtà del volontariato organizzati, Consiglio dei ragazzi e delle ragazze, Enti ed Istituti, Consigli di zona, Commissioni consiliare, Consulte attive, Partiti). Bar camp sui nuovi strumenti di democrazia partecipativa/rappresentativa e sui nuovi sistemi di decentramento. Interventi brevi (“pitch”) di esperienze nazionali o internazionali. Interventi brevi (“pitch”) di suggestione da parte di soggetti locali (es. giovani). Costituzione del nucleo definitivo del TdN. Processo partecipativo: Gruppi di lavoro su indice e contenuti del regolamento Prima sessione (ciclo di incontri per zona). Seconda sessione (ciclo incontri per target tematici). Terza sessione (plenaria). Chiusura del processo: Condivisione della proposta di nuovo regolamento. Redazione definitiva del Documento di proposta partecipata. Exhibit finale. Presentazione del Documento di proposta partecipata. Presentazione del Regolamento attraverso video (i capitoli diventato puntate). Impatto sul procedimento: Confronto preliminare con il soggetto decisore. Assunzione della decisione. Organizzazione di un momento pubblico “aperto alla cittadinanza” di presentazione. Street stall di promozione del regolamento sul territorio e nella comunità. Attivazione strumenti di comunicazione per il monitoraggio della decisione (portale/sito).

Utilizzo di piattaforme tecnologiche, metodologie e strumenti digitali

No

Costo del processo

35.000,00 €

Figure Professionali

Facilitatori (Esterni)

Territorio Interessato

Cervia

Tecniche di Partecipazione

Focus Group / Barcamp

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Rigenerare e innovare le esperienze di decentramento e partecipazione intraprese. Rigenerare il rapporto tra Amministrazione e cittadini. Promuovere il dialogo tra le parti e la risoluzione dei conflitti in essere e/o latenti. Affrontare i temi posti dal dibattito nazionale sui sistemi di decentramento. Approfondire limiti e criticità degli attuali strumenti di partecipazione a disposizione dei CdZ. Invidiare disponibilità e opportunità di “altri” strumenti di partecipazione (es. bilancio zonale). Coinvolgere il maggior numero di cittadini (culture e generazioni differenti). Rendere partecipi anche le minoranze e le realtà che tendenzialmente partecipano poco. Valorizzare le realtà locali, l’attivismo e le pratiche inclusive maturate negli anni. Attivare punti di vista differenti sul significato di “essere partecipi” alle scelte di governo. Favorire la consapevolezza collettiva sul diritto di partecipazione. Intrecciare la partecipazione “tradizionale” con la partecipazione “2.0” e “3.0”.

Risultati Attesi

Formulare il Nuovo Regolamento dei Consigli di Zona affinché sia strumento fattivo per una “buona amministrazione”: un’organizzazione che apprende; un’organizzazione che si valuta; un’organizzazione che sia prossima ai cittadini; un’organizzazione che dotata di strumenti anche nuovi renda effettivo il diritto del cittadino a partecipare alle decisioni di interesse pubblico.

Documenti condivisi

Documenti finali condivisi con il soggetto titolare della decisione

Documento di proposta partecipata

Upload Documento finale condiviso

Risultati conseguiti

I risultati attesi coincidono con quelli conseguiti, specificatamente: condivisione di proposte per il REGOLAMENTO inteso come strumento fattivo per una “buona amministrazione ”, vale a dire: _ un’organizzazione che apprende; _ un’organizzazione che si valuta; _ un’organizzazione che sia prossima ai cittadini; _ un’organizzazione che dotata di strumenti anche nuovi renda effettivo il diritto del cittadino a partecipare alle decisioni di interesse pubblico. Le proposte per il REGOLAMENTO riguardano indirizzi per innovare i Consigli di Zona in riferimento alla loro: identità, ambiti, competenze, interlocutori, alleanze, strumenti composizione, elezione.

Indice di partecipazione

20 / 24

Livello di partecipazione

EMPOWERMENT

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Anno della certificazione

2015

Sollecitazione realtà sociali

Sottoscrittori accordo formale, Consigli di zona, istituti scolastici, associazioni e gruppi del territorio, consulta del volontariato, consulta dello sport

Modalità di inclusione

Definizione Mappa dei portatori di interesse per assicurarsi l'individuazione di tutti i punti di vista rappresentativi da coinvolgere nel progetto e definizione bozza della Mappa delle questioni in gioco

Tavolo di Negoziazione

La prima convocazione del TdN vedrà coinvolti i sottoscrittori dell'accordo formale e porterà alla condivisione dell'obiettivo e delle fasi del percorso, successivamente la composizione del TdN si baserà sulla mappa dei portatori di interesso e comporterà l'adesione tramite la sottoscrizione di una manifestazione di interesse

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Apertura

Strumenti qualitativi di democrazia deliberativa: Focus group, Bar camp, Roadshow

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Chiusura

Strumenti qualitativi di democrazia deliberativa: Logical framework, Value proposition design, Assemblee cittadine. In presenza di nodi conflittuali: Metodo del consenso

Modalità di comunicazione dei risultati del processo

Elaborazione calendario incontri Realizzazione di strumenti diversificati di comunicazione (locandine, inviti, brochure, resoconti) realizzazione sito-blog costantemente aggiornato spazio dedicato e link nei siti istituzionali social network

Sintesi della valutazione regionale

Progetto certificato dal Tecnico di garanzia ai sensi dell’art. 8 lettera b) della LR n. 3/2010

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Anno Finanziamento

2015

Importo finanziato dal Bando

20.000,00 €

Tipologia di Soggetto proponente

Comune con popolazione superiore a 5.000 abitanti

Settore Premiante

Qualità dell’accesso ai servizi pubblici e istituti di partecipazione

Accordo

Si

Istanze

No

Petizioni

No

Altre manifestazioni di interesse (articoli di giornale, blog, ecc.)

Si

Monitoraggio del processo partecipativo

Pubblicazione documentazione; incontri periodici tra il TdN e l'ente decisore; organizzazione "Giornata della Democrazia"

Cofinanziamento

Si

Percentuale Cofinanziamento

42,85 %

Processo in zone terremotate

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Allegati

Crediti

Processo segnalato da

Osservatorio partecipazione su documentazione regionale
Data ultima modifica: 29/01/2020
torna all'inizio del contenuto