Regione Emilia-Romagna

BERCETO: LA COMUNITA’ AL CENTRO

Hai gestito, partecipato o hai info su questo processo? Integra le informazioni
CertificatoFinanziato

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Natura Processo

Processo certificato e finanziato

Data inizio

15/02/2023

Data fine

15/10/2023

Durata (mesi)

8

Richiesta e concessione della proroga

Gestione di Processo

Titolari della decisione

Comune di Berceto

Partecipanti

Singoli cittadini

Caratteristiche

Mappa di Impatto

media/odp_files/comune_berceto.jpg

Ambito di intervento

Tematica specifica

Tipo di partecipazione

Partecipazione volontaria

Codecisione

Tra i soggetti partecipanti si registra la presenza femminile

Non indicato o dato non disponibile nelle fonti consultate

Riscontro della prevalenza di genere fra i partecipanti

Non indicato o dato non disponibile nelle fonti consultate

Conciliazione con tempi di vita e lavoro dei partecipanti nella gestione del processo

Non indicato o dato non disponibile nelle fonti consultate

Anno di avvio

Anno di chiusura

2023

Fasi del percorso

1_Fase preliminare: formazione degli addetti ai lavori Questa fase prevede la formazione e informazione coordinata degli uffici comunali competenti (loro referenti) il Corpo Forestale dello Stato, la Provincia di Parma, il Consorzio di Bonifica Parmense, la Protezione civile, l’Ente Parco Appennino, il volontariato locale e le Associazioni di categoria, sul progetto di CER e sullo strumento del Processo Partecipativo per coinvolgere la comunità nell’assunzione consapevole di scelte e decisioni per raggiungere l’autosufficienza energetica. 2_Fase iniziale: divulgazione e informazione alla Comunità TdN e tavoli di Frazione (apertura) Per sollecitare da subito le realtà sociali del territorio si realizzeranno, a seguito della stesura di un documento “divulgativo e comprensibile” dell’attuale situazione energetica e ambientale del territorio (scenario zero) delle assemblee cittadine che pur non facenti parte dei metodi partecipativi, hanno il pregio di informare sul processo che si sta attivando e sugli output progettuali proposti, dando cosi ai presenti la possibilità di candidarsi a prender parte a detto processo partecipativo. L’obiettivo è di cercare di sollecitare e coinvolgere direttamente con assemblee cittadine, incontri e/o comunicazioni cartacee/via mail e social, con consultazioni dirette organizzate nelle singole frazioni il maggior numero di bercetesi (residenti e titolari di terreni e/o seconde case, proprietari di aziende). Un indirizzo di posta elettronica ed una sezione nel sito web di Berceto, oltre ad una app dedicata scaricabile sul cellulare serviranno per mantenere un contatto continuo con tutti i partecipanti 3_ Fase finale: DOCUMENTO DI PROPOSTA PARTECIPATA (chiusura) Sarà organizzato un evento, con grande risonanza mediatica, organizzato in una unica giornata di lavoro. La prima parte sarà dedicata alla presentazione della bozza di COMUNITA’ ENERGETICA RINNOVABILE (CER) arricchita dalle esperienze presentate durante i focus group, la giornata informativa iniziale, dalle idee in capo rispetto ai nuclei tematici del progetto (fonti rinnovabili, impianti, forma del beneficio derivante dall’eccedenza energetica, gestione e manutenzione territorio ecc) e dai contributi raccolti durante i Tavoli di Frazione. La seconda parte dell’evento prevede laboratori, gestiti con la metodologia del Consensus Conference per aiutare l’emersione delle priorità e criticità. L’obiettivo di tal metodo è quello di aiutare i partecipanti a focalizzare le priorità rispetto alle azioni per una comunità energetica rinnovabile e sostenibile nella gestione delle fonti rinnovabili, in primis i boschi, le aree rurali abbandonate, ragionando sulla loro fattibilità tecnica, economica e sulle ricadute positive e negative che le stesse possono avere sulla comunità locale. L’evento sarà impostato con discussioni in gruppi tematici organizzati per sessioni parallele con l’obiettivo di definire il testo finale. La parte finale dell’evento avverrà in forma plenaria e sarà utile per giungere alla valutazione del testo finale “Documento di Proposta Partecipata”

Impatto emergenza Covid19 sul processo

Processo non modificato

Utilizzo di piattaforme tecnologiche, metodologie e strumenti digitali

No

Costo del processo

15.750,00 €

Figure Professionali

Facilitatori (Esterni)

Territorio Interessato

Berceto

Tecniche di Partecipazione

Consensus Conference / Interviste e questionari strutturati

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Il Processo Partecipativo intende conseguire l’obiettivo di coinvolgere i cittadini e proprietari terrieri nella realizzazione di una Comunità Energetica Rinnovabile capace di produrre da fonti rinnovabili l’energia necessaria ai fabbisogni dei soggetti aderenti, con piena responsabilizzazione di tutti i membri della comunità, reciprocamente, verso gli interventi necessari nel breve, medio e lungo periodo, per approdare a tal risultato di autosufficienza energetica sostenibile, contribuendo per tal via a ristabilire un nuovo equilibrio del sistema ambientale comunale, a rafforzare la sostenibilità e l’efficacia delle misure di prevenzione, includendo la capacità di limitare gli effetti a cascata degli eventi naturali e sfruttando le risorse naturali e salvaguardando i beni e la salute della comunità e dei visitatori del territorio. Tale processo partecipativo di rende sempre più necessario anche nella logica di sostenere l’implementazione del Piano di monitoraggio ambientale di competenza comunale nell’ambito del Piano Strutturale Comunale, alla luce della progettualità strategica in esso contenuta volta a ridare slancio e competitività all’economia locale e favorire nuovi insediamenti di persone ed attività sul territorio comunale.

Risultati Attesi

Realizzare una Comunità Energetica Rinnovabile attraverso un Processo Partecipativo (che includa i cittadini, l’amministrazione locale, le autorità provinciali competenti sulle tematiche della salvaguardia ambientale e governo del territorio e per tal via anche delle fonti rinnovabili in esso presenti, gli enti funzionali, i proprietari terrieri, le imprese, le associazioni di rappresentanza) che sancisca il principio costituzionale di sussidiarietà e favorisca e regoli la partecipazione delle persone, singole e associate, affinchè da soggetti amministrati diventino soggetti attivi, alleati delle istituzioni nel prendersi cura dei beni e risorse comuni quali territorio, ambiente e fonti rinnovabili. Il Processo Partecipativo intende facilitare l’individuazione di obiettivi e mezzi condivisi tra gli attori territoriali, accertando e negoziando l’accettabilità sociale di scelte di sviluppo sostenibile e autosufficienza energetica non più procastinabili

Documenti di proposta partecipata approvati al termine del processo

Descrizione Documenti

Documento di proposta partecipata

Upload Documento finale condiviso

Risultati conseguiti

Il percorso di partecipazione, sviluppato in modo esteso su tutto il territorio ha evidenziato un grande interesse e condivisione alla problematica ambientale della produzione energetica da fonti rinnovabili. Un percorso che ha, inoltre, aperto a nuovi scenari di partecipazione prevedendo la possibilità per tutti i portatori di interessi (cittadini residenti, proprietari di seconde case, associazioni attive, imprenditori) di aderire alla CER di prossima costituzione all’interno dell’area territoriale del Comune di Berceto. In particolare – Proposte emerse: - Creazione di una CER nel territorio comunale; - Manifestazione di interesse da parte dei soggetti portatori di interesse di adesione alla CER  Gestione diretta e/o partecipata della CER; - Apertura di uno sportello permanente dedicato al supporto per l’ingresso in CER Grado

Indice di partecipazione

24 / 30

Livello di partecipazione

EMPOWERMENT

Documenti di proposta partecipata previsti

Requisiti per la Certificazione di Qualità

Anno della certificazione

2022

Sollecitazione realtà sociali

Nel Processo partecipativo verranno coinvolti (e formati alla partecipazione) dapprima gli uffici comunali competenti (loro rappresentanti), il Corpo Forestale dello Stato, la Provincia di Parma, il Consorzio di Bonifica parmense, la Protezione Civile, il volontariato locale e le Associazioni di categoria. Questi formeranno il primo Tavolo di Negoziazione che verrà poi aperto (a seguito dell’elaborazione delle linee guida della Comunità Energetica Rinnovabile) alla stabile partecipazione di chi fra gli attori del territorio ne farà richiesta. Per sollecitare da subito le realtà sociali del territorio si realizzeranno, a seguito di un documento divulgativo e comprensibile dell’attuale situazione ambientale ed energetica del territorio (scenario zero di utenze pubbliche e private, consumi medi statistici rilevati) delle “assemblee cittadine” che seppur non appartengono ai metodi partecipativi, quanto meno informano del processo che si sta attivando e sugli output progettuali proposti dando ai presenti la possibilità di prender parte a tal processo. L’obiettivo è quello di sollecitare e coinvolgere il più alto numero di persone, con comunicazioni cartacee/via mail e social con consultazioni dirette. Un indirizzo di posta elettronica e una sezione nel sito web oltre che un app dedicata serviranno per instaurare e mantenere il contatto continuo con tutti i partecipanti

Modalità di inclusione

Rispetto alla necessità di includere eventuali nuovi soggetti sociali, sarà garantita la possibilità di ingresso a soggetti in grado di apportare beneficio al processo, nell’ambito del quale si impegnano a partecipare, avendo note le tematiche afferenti alla Comunità Energetica Rinnovabile. Le modalità di inclusione successivamente all’attivazione del processo partecipativo prevede l’uso del database in possesso del Comune di Berceto e degli altri enti coinvolti, che saranno a tal fine invitati agli incontri tramite contatto telefonico o invito per e-mail. I soggetti non raggiungibili in tal modo saranno coinvolti con azione di volantinaggio e tramite gli organi di comunicazione dell’amministrazione comunale (giornalino, sito web, facebook, twitter ecc). Verrà elaborato un invito specifico per gruppi ed associazioni e le attività saranno proposte ponendo attenzione al tema del genere attraverso una sensibilità per quanto possibile rispetto agli orari di svolgimento (dalle 18,00 in poi e nei fine settimana) cercando di garantire uno spazio per le donne con bambini, creando attività e spazi anche per i più piccoli

Tavolo di Negoziazione

Il Gruppo di discussione (TdN) verrà inizialmente attivato e costituito per raggiungere un accordo sulla necessità, sostenibilità e sull’obiettivo di realizzare una COMUNITA’ ENERGETICA RINNOVABILE e a tal fine ai primi attori invitati (Corpo Forestale dello Stato, Provincia di Parma, Consorzio di Bonifica parmense, Protezione Civile, volontariato locale, Associazioni di categoria, Enel) verrà richiesto di partecipare all’elaborazione di uno o più scenari futuri per l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili, sui quali trovare un accordo da sottoporre ai membri della collettività. Tramite campionamento mirato, sito web del Comune di Berceto, affissione di manifesti, si aprirà una fase di capillare informazione (assemblee cittadine, il blog, le informazioni tramite Urp) per informare e proporre il coinvolgimento nel gruppo di discussione TdN. La verifica (allargata ai cittadini) su campione di 1200 soggetti sulle proposte avanzate, permetterà di individuare un singolo scenario condiviso sul quale elaborare, in sede di TdN, la proposta di Comunita’ Energetica Rinnovabile. Posto infatti il problema comune – ovvero la meta dell’autosufficienza energetica da fonti rinnovabili – che verrà presentato nei suoi aspetti problematici e possibilità di miglioramento, gli attori verranno invitati ad aderire e a impegnarsi a partecipare a un percorso aperto di co-progettazione, organizzato appunto sul comune problema e sulla/e soluzione/i individuata/e potendo con la propria azione collettiva apportare dei migliorativi alla bozza iniziale del progetto che costituisce output del processo partecipativo

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Apertura

La “decisione pubblica” sulla necessità di adottare una COMUNITA’ ENERGETICA RINNOVABILE attraverso il processo partecipativo deriva in buona parte dalla impossibilità da parte della Pubblica Amministrazione di continuare a gestire il bene territorio senza poter estendere i benefici dello sfruttamento delle sue risorse rinnovabili a tutta la comunità. Non si tratta dunque solo e non tanto di rendere trasparenti le scelte strategiche locali dell’Amministrazione comunale, quanto piuttosto di ribaltare la visuale sulla necessità che i cittadini, i proprietari di seconde case, le imprese, le organizzazioni, gli enti funzionali cooperino tutti insieme responsabilmente con l’Amministrazione comunale per addivenire ad uno strumento che individui le modalità e le responsabilità per la creazione e gestione ci una Comunità Energetica di produzione e autoconsumo da fonti rinnovabili del territorio, oltre agli strumenti formali ed istituzionali di pianificazione già vigenti a Berceto. In questi anni il Sindaco ha comunicato molto con i cittadini utilizzando numerose tecniche per sollecitare attenzione e responsabilità verso la gestione della “cosa pubblica” tuttavia il processo di delega è ancora fortemente radicato sul territorio. Introdurre e diffondere una nuova cultura della partecipazione anche all’interno della struttura amministrativa comunale, introducendo nuovi e inediti percorsi di collaborazione, confronto e condivisione di risultati, a fronte di una gerarchizzazione delle problematiche, è un obiettivo politico ed amministrativo necessario per garantire a questo territorio un grado di “resistenza” e “resilienza” tale da non soccombere nel lungo periodo al disagio economico prevalente. Sicuramente l’introdurre un processo di governo partecipato, attraverso strumenti di democrazia diretta e partecipativa, rischia di innescare profonde divergenze, anche interne alla struttura comunale e non solo di conflitto fra cittadinanza e amministrazione. Nella fase di apertura del processo verrà adeguatamente informata tutta la struttura comunale, che attraverso referenti tecnici parteciperà al TdN e sarà chiamata a condurre sul territorio i momenti informativi e di confronto con la popolazione. Dapprima sarà necessario condurre alcune sessioni formative/informative a cura di un facilitatore sulle tecniche e i metodi per lavorare trasversalmente sulle “questioni”/temi che riguardano l’assetto territoriale nelle sue componenti di fonti rinnovabili e infrastrutture esistenti. Tale formazione/informazione sarà mirata a creare un gruppo maggiormente coeso ed in grado di affrontare di confronto aperto ed informato con la cittadinanza.

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Chiusura

Durante il processo, la mediazione di eventuali divergenze avverrà attraverso un metodo improntato all’ascolto e al confronto tra le diverse posizioni, con l’obiettivo di prendere in considerazione punti di vista differenti. Verranno dunque elaborate opzioni alternative che verranno discusse nel TdN organizzato a seguito della raccolta

Modalità di comunicazione dei risultati del processo

L’Amministrazione provvederà a dare notizia dell’avvio del processo mediante comunicazione sul sito web, all’albo pretorio e manifesti nei principali luoghi pubblici. Nella comunicazione saranno indicati: l’oggetto del processo partecipativo, il titolo del processo, l’ufficio e la persona responsabile del procedimento, l’ufficio in cui si può prendere visione degli atti. La campagna di comunicazione sarà finalizzata a mettere al centro il progetto e ad adattarlo alle aspettative e quindi all’immaginario dei soggetti da coinvolgere. Il logo e le strategie comunicative della campagna (colori, segni grafici ricorrenti, modalità di trattamento delle immagini) saranno ideati per veicolare nel modo più efficace possibile il messaggio del percorso partecipativo. Tutte le attività del progetto grafico e la predisposizione del loro calendario saranno svolte iin stretto coordinamento con il RUP e la struttura tecnica del Comune di Berceto. Per la distribuzione dei depliant informativi saranno utilizzati la rete delle associazioni, enti, soggetti locali presenti sul territorio, nonché spedizione via posta. Verrà anche creato uno spazio dedicato nel sito web del Comune dedicato al progetto per diffondere una completa e approfondita descrizione dell’intero processo che coinvolgerà la comunità locale: nel gruppo di lavoro vi è una figura professionale esperta di editing grafico e elaborazione e gestione siti internet e blog. La predisposizione materiale della campagna di comunicazione sarà preceduta da un incontro preliminare con la Giunta Comunale di Berceto e con il personale interno per presentare il processo partecipativo, nel corso del quale verrà proposta all’Amministrazione un’intervista. La comunicazione si atterrà comunque alla normativa regionale vigente per quanto concerne le informazioni da fornire sul sito web nella sezione statica e sulla completezza della documentazione così come per quella stampata a disposizione presso l’Urp comunale. Per la sezione dinamica della comunicazione ci si avvarrà di volantini e affissioni pubbliche, del blog, di eventi di comunicazione pubblica, consultazione diretta, e-mail ed eventuali invii postali. L’avvio del processo verrà anche comunicato attraverso “assemblee cittadine” nelle singole frazioni

Sintesi della valutazione regionale

Conforme ai criteri di qualità tecnica, di cui all’art. 17 della L.R. n. 15/2018, e ai requisiti stabiliti nell’allegato 1 alla Deliberazione di Giunta regionale n. 1842  del 02/11/2022

Requisiti previsti dal Bando Regionale

Premialità settore

Comunità energetiche / Gruppo di autoconsumo collettivo di energie rinnovabili

Premialità accordo formale preventivo

No

Premialità modalità del monitoraggio

Per sua natura il progetto di Comunità Energetica Rinnovabile e il processo partecipativo associano al soggetto proponente il soggetto responsabile ovvero il Comune di Berceto. Tuttavia vi sono profonde interazioni con gli altri enti pubblici e funzionali indicati in questa proposta. L’attuazione della decisione deliberata nel pieno rispetto del Documento di proposta partecipata verrà presentata alle autorità interagenti per competenza sul territorio anche, laddove ne ricorra il caso /necessità, tramite l’indizione di una Conferenza dei Servizi

Premialità formazione del personale

No

Premialità istanze

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Premialità petizioni

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Premialità altre manifestazioni di interesse

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Premialità zone terremotate

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Bonus Parità di Genere

No

Bonus Accessibilità

No

Premialità a soggetti specifici

Soggetti che non hanno ricevuto contributi dal bando partecipazione nell’ultimo triennio

Bonus Giovani

No

Progetto in materia di transizione ecologica

Bonus staff di progetto

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Bonus integrazione settori

Bonus Beni Confiscati

No

Riserva di posti

Comuni in aree interne e montane

Anno Finanziamento

2022

Importo finanziato dal Bando

15.000,00 €

Tipologia di Soggetto proponente

Comune con popolazione inferiore a 5.000 abitanti

Cofinanziamento

Si

Percentuale Cofinanziamento

4,76

Allegati

01 - Scheda progetto

media/berceto_progetto_bando2022.pdf /

02 - Documento di proposta partecipata

media/comune berceto docpp - bando2022.pdf /

03 - Relazioni intermedie e finali

media/comune berceto relazione finale sito.pdf /

04 - Presa d'atto Ente Titolare della decisione

media/comune bercetopresa d'atto.pdf

Crediti

Processo segnalato da

Osservatorio partecipazione su documentazione regionale
Data ultima modifica: 20/11/2023