Regione Emilia-Romagna

Santerno resiliente

Hai gestito, partecipato o hai info su questo processo? Integra le informazioni
CertificatoFinanziato

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Natura Processo

Processo certificato e finanziato

Data inizio

30/09/2017

Data fine

31/03/2018

Durata (mesi)

6

Gestione di Processo

Soggetto beneficiario dei contributi

Associazione gipiesse

Titolari della decisione

Comune di Borgo Tossignano / Comune di Casalfiumanese / Comune di Castel Del Rio / Comune di Fontanelice / Comune di Imola

Soggetti esterni

Associazione gipiesse / Villaggio Globale cooperativa sociale

Partecipanti

Associazione Catch&Release Imola / C.I.A. / Cambia Vento / Coldiretti / Confagricoltura / Coordinamento del Circondario Imolese del Forum “Salviamo il Paesaggio” / Geolab onlus / ILab Laboratorio Imolese / Imola Faenza Tourism Company / Singoli cittadini

Caratteristiche

Mappa di Impatto

archive/1174_MappaImpatto.jpg

Ambito di intervento

Tematica specifica

Tipo di partecipazione

Partecipazione volontaria regolata da Statuto o atti deliberativi

Codecisione

Numero persone partecipanti (stimate o effettive)

120

Tra i soggetti partecipanti si registra la presenza femminile

No

Riscontro della prevalenza di genere fra i partecipanti

Non indicato o dato non disponibile nelle fonti consultate

Conciliazione con tempi di vita e lavoro dei partecipanti nella gestione del processo

Si

Anno di avvio

Anno di chiusura

2018

Fasi del percorso

Il progetto "Santerno Resiliente" è entrato nel vivo con la prima parte del Forum sulla sicurezza idraulica che si è svolto giovedì 26 ottobre '17 a Casalfiumanese, presso la Sala del Consiglio Comunale. Un incontro affollato e partecipato con a tema la sicurezza idraulica (ma non solo) del fiume Santerno. Privati cittadini, frontisti, agricoltori, volontari di Associazione e rappresentanti degli Enti (che sono intervenuti portando un contributo personale), si sono confrontati segnalando criticità e opportunità di sviluppo per il futuro. L'11 Novembre sempre a Casalfiumanese si è svolta la seconda parte di questo forum tematico.

Utilizzo di piattaforme tecnologiche, metodologie e strumenti digitali

Costo del processo

32.500,00 €

Figure Professionali

Facilitatori (Esterni) / Esperti della specifica materia trattata (Esterni)

Territorio Interessato

Borgo Tossignano / Casalfiumanese / Castel Del Rio / Fontanelice / Imola

Tecniche di Partecipazione

Focus Group / Debat public

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Oggetto del percorso partecipativo Santerno resiliente è la definizione di una metodologia di comunicazione continuativa per i portatori di interesse, e la sua validazione attraverso regolamenti comunali e revisioni statutarie che disciplinino le forme di partecipazione dei cittadini, rispetto al governo del fiume Santerno.

Risultati Attesi

I risultati consisteranno in: A) implementazione di un logo, di un sito web a supporto del progetto Santerno Resiliente; B) attivazione di un Web Gis sviluppato secondo la metodologia participatoryGis attivo sia nel corso del progetto Santerno Resiliente che per tre anni successivi alla firma dell'accordo formale; C) la stesura di un DPP (documento di proposta partecipata) che riassuma le azioni e gli interventi ritenute prioritarie dai principali portatori di interesse coinvolti nel processo partecipativo. Questi risultati saranno oggetto di un convegno finale per la presentazione e pubblicazione alla comunità locale.

Documenti di proposta partecipata approvati al termine del processo

Descrizione Documenti

Documento di proposta partecipata

Upload Documento finale condiviso

Risultati conseguiti

Santerno Resiliente ha creato alcune importanti occasioni di confronto fra i cittadini e le amministrazioni del territorio. Alcuni argomenti trattati hanno suscitato molto interesse nelle comunità locali, soprattutto attraverso i rappresentanti dell'associazionismo che hanno portato importanti contributi sui temi della pesca, della gestione delle risorse idriche e degli interventi di sicurezza idraulica. Le conoscenze del territorio di chi abita e vive quotidianamente queste zone sono state una risorsa preziosa per analizzare lo stato di fatto e per elaborare nuove idee progettuali. I metodi di confronto utilizzati nei singoli eventi hanno dato la possibilità a tutti i cittadini di esprimersi e di confrontarsi anche con gli esponenti politici delle amministrazioni locali, sempre presenti in ruolo di rappresentanza, ma aperti al confronto. Tutto ciò ha contribuito a rinnovare il rapporto e soprattutto lo scambio di conoscenze e competenze specifiche. Molte sono state le segnalazioni, le problematiche e le difficoltà portate dagli operatori economici del territorio (agricoltori e operatori turistici) o relative alla sicurezza idraulica. Alcuni temi affrontati sono argomenti sensibili per la Vallata date le oggettive difficoltà di gestione dei rischi idrogeologici, delle alluvioni o delle siccità estive che hanno preceduto questo progetto e che quotidianamente animano il territorio. Per questo motivo le amministrazioni non hanno ufficializzato nessun impegno specifico, ma hanno ascoltato e hanno contribuito al confronto, rimandando l'analisi e le decisioni progettuali alla prossima fase, nella quale verrà redatto un piano delle azioni da presentare per la stipula del Contratto di Fiume. Importanti sono state le disponibilità dichiarate da alcune associazioni locali rispetto alla possibilità di collaborare con le istituzioni per la gestione del fiume, ad esempio le associazioni di pescatori hanno proposto un coordinamento degli interventi sul fiume nel quale essi possano partecipare rispetto alla messa in sicurezza della fauna ittica. Altre proposte legate a percorsi di sensibilizzazione e sicurezza partendo dai contesti scolastici potranno trovare risposte concrete nel Contratto di Fiume. Per il futuro ci si immagina quindi un grado maggiore di attivazione della comunità che, conoscendo i bisogni dei diversi attori e riconoscendo l'interdipendenza con il bene comune "fiume", può diventare una comunità resiliente in grado di rispondere alle sfide ambientali e socio-economiche in modo propositivo, proattivo e sinergico.

Indice di partecipazione

26 / 30

Livello di partecipazione

EMPOWERMENT

Documenti di proposta partecipata previsti

Requisiti per la Certificazione di Qualità

Anno della certificazione

2017

Sollecitazione realtà sociali

Soggetto promotore è l’Associazione GIPIESSE, geologia, paesaggi e sentieri. Soggetto decisore sono i membri dello staff interno sollecitati/coinvolti: Comune di Imola; Comune di Borgo Tossignano; Comune di Fontanelice; Comune di Castel Del Rio; Comune di Casalfiumanese. I principali attori organizzati sollecitati/coinvolti sono quelli che hanno già sottoscritto l'Accordo formale. Si tratta di soggetti che rappresentano interessi/attenzioni/esigenze rispetto il tema oggetto del processo partecipativo, attente al tema ambiente, agricoltura, promozione del territorio.

Modalità di inclusione

Per Individuare ulteriori soggetti organizzati da coinvolgere saranno adottate le comuni tecniche di stokehoJder anaJysis per comporre una mappa dei portatori di interesse riferita sia al territorio locale organizzati interessati che dichiarano la loro disponibilità a partecipare al processo, a sostenerlo e ad accettarne gli esiti.

Tavolo di Negoziazione

Attraverso il Tavolo di negoziazione, i partner di progetto, i firmatari dell'Accordo ed i curatori del processo, condividono il percorso partecipativo con la supervisione metodologica del Tecnico di garanzia.

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Apertura

Focus group per la definizione dei confini di sistema; DP, Debat public per la mappatura dei portatori di interesse; LDP, Laboratorio di discussione per la definizione delle regole del gioco.

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Chiusura

Elaborazione e presentazione DocPP, evento pubblico di conclusione.

Modalità di comunicazione dei risultati del processo

Gli incontri plenari previsti sono 6. Verranno pubblicizzati nel più ampio modo possibile alla cittadinanza Gli inviti saranno estesi attraverso tutti gli strumenti di comunicazione già illustrati.

Sintesi della valutazione regionale

Conforme ai criteri di qualità tecnica di cui all’art. 13 della L.R. n. 3/2010, e ai requisiti stabiliti nell’allegato 1 alla Deliberazione di Giunta regionale n. 377/2017

Requisiti previsti dal Bando Regionale

Premialità settore

Elaborazione di regolamenti comunali e progetti di revisione statutaria

Premialità accordo formale preventivo

Si

Premialità modalità del monitoraggio

L'esito del processo Santerno Resiliente sarà monitorato da Gipiesse attraverso la richiesta delle delibere, dei regolamenti statutari o delle normative in merito alla partecipazione, che I comuni si sono impegnati a sospendere e rispetto a tutti gli atti che rIguarderanno l'ambito fluviale. Il DocPP sarà portato come strumento per monitoraggio della effettiva considerazione degli esiti del processo nella ripresa dei procedimenti amministrativi degli enti aderenti al TdN e firmatari dell'accordo formale.

Premialità istanze

No

Premialità petizioni

No

Premialità altre manifestazioni di interesse

Si

Premialità zone terremotate

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Bonus Parità di Genere

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Bonus Accessibilità

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Premialità a soggetti specifici

Non prevista nel bando di riferimento

Progetto in materia di transizione ecologica

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Bonus staff di progetto

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Bonus integrazione settori

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Bonus Beni Confiscati

Non previsto come premialità nel bando di riferimento

Riserva di posti

Riserva di posti non prevista nel bando di riferimento

Anno Finanziamento

2017

Importo finanziato dal Bando

4.105,00 €

Tipologia di Soggetto proponente

Soggetto privato non onlus

Cofinanziamento

Si

Percentuale Cofinanziamento

53,85%

Allegati

01 - Scheda progetto

Associazione GIPIESSE progetto.pdf /

02 - Documento di proposta partecipata

Gipiesse DocPP.pdf /

02 - Documento di proposta partecipata

Gipiesse all. 1 DocPP risultati.pdf /

02 - Documento di proposta partecipata

Gipiesse All. 2 DocPP regolamento.pdf /

03 - Relazioni intermedie e finali

Gipiesse rel.crono sito.pdf /

03 - Relazioni intermedie e finali

Gipiesse relazione finale.pdf

Crediti

Processo segnalato da

Osservatorio partecipazione su documentazione regionale

Dettagli o note sulle fonti utilizzate

Il sito del processo https://www.santernoresiliente.org/ non è più disponibile
Data ultima modifica: 26/08/2022