Amministrazione condivisa a Genova

Processo

Gestione di Processo

Titolari della decisione

Comune di Genova (GE)

Caratteristiche

Ambito di intervento

Assetto Istituzionale

Tematica specifica

Cittadinanza attiva e beni comuni

Anno di avvio

2017

Anno di chiusura

2017

Fasi del percorso

La sperimentazione, partita lo scorso anno dopo l’approvazione del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei beni comuni urbani” da parte del consiglio comunale, ha già prodotto diverse decine di patti di collaborazione che i cittadini attivi genovesi hanno proposto di realizzare insieme con la civica amministrazione. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di azioni di cura degli spazi pubblici del proprio quartiere, in particolare aree verdi, attività che da sempre i Municipi promuovono come forma di cittadinanza attiva e di volontariato e che ora, grazie al regolamento dei beni comuni, sono rese ancora più accessibili a tutti, associazioni e cittadini singoli, e facilitate dalla collaborazione diretta con dipendenti municipali e comunali. Non mancano, naturalmente, anche piccoli interventi di manutenzione degli arredi urbani, così come fanno la loro comparsa patti nuovi che si sperimentano in azioni di cura ed attenzione alle persone in difficoltà ed alle relazioni possibili con il proprio quartiere. Attraverso le pagine del sito del Comune dedicate è possibile scaricare i patti di collaborazione già firmati, vedere su di una mappa georeferenziata della città dove si svolgono le azioni e consultare il menu secondo le tipologie di beni trattati, di municipio interessato, di tipologia di ambito. Ma il catalogo dei beni destinati a patti complessi, è in continuo aggiornamento. Il processo si intende concluso con la fase di sperimentazione. Continua l'attività relativa ai patti di collaborazione

Territorio Interessato

Genova

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

L’amministrazione condivisa è una formula organizzativa fondata sulla collaborazione tra amministrazione e cittadini: la novità di questo modello è, infatti, la parità tra cittadini e istituzioni. Al centro di questo modo di amministrare c’è il prendersi cura dei beni comuni - ad esempio piazze, giardini, scuole, sentieri, beni culturali o anche beni immateriali - come se fossero cose proprie. Questa è l’amministrazione condivisa, un modo nuovo di intendere la convivenza civile e vedere la cura della cosa pubblica con l’obiettivo di accrescere nelle persone l’appartenenza ai propri luoghi di vita attraverso la qualità delle relazioni con gli altri.

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Crediti

Processo segnalato da

Segnalazione web Nazionale

Segnalato da Persona

Redazione Osservatorio Partecipazione
Data ultima modifica: 18/04/2020
torna all'inizio del contenuto