Protezione Civile è partecipazione

Gestione di Processo

Titolari della decisione

Comune di Montelupo Fiorentino (FI)

Caratteristiche

Ambito di intervento

Territorio

Tematica specifica

Protezione civile

Anno di avvio

2015

Anno di chiusura

2015

Fasi del percorso

FASE 1 Analisi del contesto e ricostruzione del quadro dei rischi: Si raccolgono, da un lato, le caratteristiche tecniche del rischio (rischi esistenti, eventi passati, azioni di prevenzioni) e, dall’altro, gli elementi del rischio inteso come costruzione sociale attraverso l’ascolto di tre diversi attori - amministratori e tecnici, associazioni e cittadini. L’obiettivo è quello di individuare i fattori locali che possano favorire la resilienza a partire da una presa di coscienza dei rischi esistenti e dalla responsabilizzazione dei cittadini come attori protagonisti di una corretta prevenzione. FASE 2 Realizzazione della mappa di comunità del rischio: La comunità locale viene coinvolta direttamente sia come fonte di “sapere locale” in merito alle diverse zone di rischio del territorio, sia come protagonista attiva nell’individuazione di strategie e soluzioni pratiche per rispondere agli stati di emergenza. FASE 3 Revisione del PPC comunale: Mediante la partecipazione attiva degli abitanti e dell’associazionismo locale in un laboratorio di discussione facilitato, si redigono le linee guida per la revisione e l’aggiornamento del PPC che vengono consegnate e discusse con gli amministratori e i tecnici. FASE 4 Disseminazione: Terminata la revisione del PPC, si selezionano gli elementi più significativi la popolazione e si realizza la brochure “Un Piano per tutti”, uno strumento informativo accessibile, comprensibile e utilizzabile come strumento di auto-protezione da parte di tutti i cittadini. Si organizza infine una due giorni di disseminazione in cui: si presentano alla cittadinanza i risultati del percorso, il video-racconto e la brochure “Un piano per tutti” alla cittadinanza; si organizza un momento di discussione e confronto con gli amministratori e i tecnici dei comuni dell’Unione Circondario Empolese Valdelsa con l’obiettivo di individuare indicazioni utili a rendere l’esperienza pilota replicabile nell’Unione dei Comuni; si organizza un momento di riflessione pubblica sugli strumenti e le potenzialità della partecipazione dei cittadini ai processi decisionali.

Territorio Interessato

Montelupo Fiorentino

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Mappare gli elementi di rischio e le risorse del territorio tenendo conto dei saperi locali; Responsabilizzare gli abitanti come protagonisti della propria sicurezza, Attivare e formare le risorse locali per rispondere in modo efficace agli eventi calamitosi, Individuare soluzioni concrete all’emergenza insieme agli abitanti della zona, Aggiornare e rinnovare il ppc comunale. Il progetto portato avanti dal Comune di Montelupo vuole essere una sperimentazione pilota finalizzata ad innescare un processo più ampio per potenziare la resilienza - la capacità di una comunità di resistere gli eventi critici - di tutti i comuni del’Unione

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Crediti

Processo segnalato da

Redazione Osservatorio Partecipazione da fonte web
Data ultima modifica: 20/04/2020
torna all'inizio del contenuto