Regolamento S.M.A.R.T. Community Principi, indirizzi, condizioni per la presa in carico di comunità e la cura di beni comuni immateriali quali Solidarietà, Multiformità, Accoglienza, Responsabilità, Tolleranza

CertificatoFinanziato

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Natura Processo

Processo certificato e finanziato

Data inizio

18/11/2015

Data fine

18/05/2016

Durata (mesi)

6

Gestione di Processo

Soggetto beneficiario dei contributi

Nuovo Circondario Imolese

Titolari della decisione

Nuovo Circondario Imolese

Soggetti esterni

ASL Imola / Associazione Professionale Principi Attivi

Partecipanti

Associazione PerLeDonne / ASSOCIAZIONE TURISTICA PROLOCO Castel san pietro terme / AUSER / Coop. Sociale Solidando / Singoli cittadini

Caratteristiche

Struttura responsabile del processo

vicesindaco Nuovo Circondario Imolese - Ufficio di supporto alla Conferenza Territoriale Socio-sanitaria e Ufficio di Piano

Indirizzo

Via Boccaccio, 27, 40026 Imola

Mappa di Impatto

archive/2015121865490.895.jpg

Ambito di intervento

Assetto Istituzionale

Tematica specifica

Normativa locale

Attività istituzionale correlata al processo di partecipazione

Altre iniziative

Tipo di partecipazione

Non regolata

Codecisione

Numero persone partecipanti (stimate o effettive)

500

Tra i soggetti partecipanti si registra la presenza femminile

No

Riscontro della prevalenza di genere fra i partecipanti

Non indicato o dato non disponibile

Conciliazione con tempi di vita e lavoro dei partecipanti nella gestione del processo

Si

Anno di avvio

2015

Anno di chiusura

2016

Fasi del percorso

Dicembre 2015 Condivisione del percorso - Coordinamento interno. - Promozione del progetto e sollecitazione delle realtà sociali. - Costituzione del primo nucleo del TdN e definizione delle regole di funzionamento. - Programmazione operativa del processo partecipativo. - Attivazione strumenti di comunicazione per la promozione. Gennaio - Febbraio 2016 Apertura del processo - Coinvolgimento della comunità attraverso iniziative ed eventi di apertura. - Sviluppo delle attività formative. - Processo partecipativo. Marzo - Aprile 2016 Seminari informativi - Incontri di discussione. - Eventi partecipativi. Maggio 2016 - Coordinamento interno. - Promozione del progetto e sollecitazione delle realtà sociali. - Costituzione del primo nucleo del TdN e definizione delle regole di funzionamento. - Programmazione operativa del processo partecipativo. - Attivazione strumenti di comunicazione per la promozione. Regolamento del TdN. - Valutazione sulle priorità. - Redazione definitiva del Documento di proposta partecipata. Giugno 2016 Impatto sul procedimento - Confronto preliminare con il soggetto decisore. - Organizzazione dell’evento di presentazione degli esiti. - Attivazione strumenti di comunicazione per il monitoraggio. - Deliberazione dell’Ente decisore.

Utilizzo di piattaforme tecnologiche, metodologie e strumenti digitali

No

Costo del processo

40.000,00 €

Figure Professionali

Facilitatori (Esterni)

Territorio Interessato

Borgo Tossignano / Casalfiumanese / Castel Del Rio / Castel Guelfo Di Bologna / Castel San Pietro Terme / Dozza / Fontanelice / Imola / Medicina / Mordano

Tecniche di Partecipazione

Focus Group / Barcamp

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Co-Istituire una comunità di pratica “beni comuni immateriali” includendo realtà organizzate e non (singoli individui che non si sentono rappresentati o no possono/riescono a “darsi/avere voce”). Rappresentare in modo creativo e partecipativo il profilo di comunità: disagi, fragilità, bisogni, speranze, aspirazioni, risorse della comunità. Rappresentare in modo attivo e generativa il potenziale di comunità: spazi, servizi, progetti,interventi, azioni per il benessere della comunità. Individuare criteri, impegni e pratiche per la cura e valorizzazione dei beni comuni immateriali. Definire indicatori per la smart community. Individuare strumenti di democrazia partecipativa per l’attivazione della comunità nelle politiche di welfare.

Risultati Attesi

Impostazione del profilo di comunità. Elaborazione di uno schema­-scenario contenente: i principali aspetti caratterizzanti il sistema di “welfare attuale” ; i principali aspetti caratterizzanti il sistema di “welfare rigenerativo”; indicatori per la smart community; limiti, opportunità, prospettive degli strumenti di democrazia partecipativa. Redazione del Regolamento

Documenti condivisi

Documenti finali condivisi con il soggetto titolare della decisione

Documento di proposta partecipata

Upload Documento finale condiviso

Risultati conseguiti

I risultati conseguiti corrispondono a quelli stabiliti da progetto: _ impostazione del profilo di comunità (metodo e contenuti quali-quantitativi); _elaborazione di uno schema-scenario contenente _ i principali aspetti caratterizzanti il sistema di “welfare attuale”, _ i principali aspetti caratterizzanti il sistema di “welfare rigenerativo”, _ indicatori per la smart community (utilizzati per impostare il sondaggio), _ limiti, opportunità, prospettive degli strumenti di democrazia partecipativa; _redazione del Regolamento (indicazioni).

Indice di partecipazione

20 / 24

Livello di partecipazione

EMPOWERMENT

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Anno della certificazione

2015

Sollecitazione realtà sociali

Sottoscrittori accordo formale - interviste - associazioni

Modalità di inclusione

Definizione mappa dei portatori di interesse - comunità di pratica

Tavolo di Negoziazione

Previsto, la prima convocazione vedrà coinvolti i sottoscrittori dell'accordo formale e porterà alla condivisione dell'obiettivo e delle fasi del percorso, successivamente la composizione del TdN si baserà sulla mappa dei portatori di interesso e comporterà l'adesione tramite la sottoscrizione di una manifestazione di interesse.

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Apertura

Strumenti DDDP qualitativi come focus group e bar camp

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Chiusura

Strumenti quali-quantitativi come assemblea dei cittadini e logical framework

Modalità di comunicazione dei risultati del processo

Immagine coordinata, utilizzo strumenti sia online (attivazione sito blog specifico e pagine web istituzionali) che offline (pieghevole e locandine). Redazione Diario di bordo, reportage fotografico, foglio di "giornale". Dizionario dei termini

Sintesi della valutazione regionale

Progetto certificato dal Tecnico di garanzia ai sensi dell’art. 8 lettera b) della LR n. 3/2010

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Anno Finanziamento

2015

Importo finanziato dal Bando

20.000,00 €

Tipologia di Soggetto proponente

Unione di Comuni

Settore Premiante

Qualità dell’accesso ai servizi pubblici e istituti di partecipazione

Accordo

Si

Istanze

Si

Petizioni

No

Altre manifestazioni di interesse (articoli di giornale, blog, ecc.)

No

Monitoraggio del processo partecipativo

Pubblicazione documentazione; incontri periodici tra il TdN e l'ente decisore per definire il timing dell'implementazione delle proposte; incontri pubblici, newsletter periodica di accompagnamento all'attuazione delle proposte.

Cofinanziamento

Si

Percentuale Cofinanziamento

50%

Processo in zone terremotate

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Crediti

Processo segnalato da

Osservatorio partecipazione su documentazione regionale
Data ultima modifica: 11/02/2020
torna all'inizio del contenuto