"Le frazioni al centro: percorso di progettazione partecipata degli spazi urbani per un recupero ambientale delle frazioni del comune di Guastalla”

CertificatoFinanziato

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Natura Processo

Processo certificato e finanziato

Data inizio

27/11/2015

Data fine

27/06/2016

Durata (mesi)

7

Richiesta e concessione della proroga

Gestione di Processo

Soggetto beneficiario dei contributi

Comune di Guastalla

Titolari della decisione

Comune di Guastalla

Soggetti esterni

Associazione Professionale Principi Attivi

Partecipanti

Singoli cittadini

Caratteristiche

Mappa di Impatto

archive/20151181743370.874.jpg

Ambito di intervento

Territorio

Tematica specifica

Riqualificazione urbana

Attività istituzionale correlata al processo di partecipazione

Progetto

Tipo di partecipazione

Non regolata

Codecisione

Numero persone partecipanti (stimate o effettive)

9000

Tra i soggetti partecipanti si registra la presenza femminile

Si

Riscontro della prevalenza di genere fra i partecipanti

Maschile

Conciliazione con tempi di vita e lavoro dei partecipanti nella gestione del processo

Si

Anno di avvio

2015

Anno di chiusura

2016

Fasi del percorso

FASE 1 - Ascolto preliminare e progettazione del percorso: creazione dell’identità visiva e la campagna di comunicazione; incontro con la Giunta Comunale, i momenti di formazione con i tecnici comunali e la costruzione del Quadro Conoscitivo iniziale; incontro pubblico preliminare di presentazione e di primo confronto. I risultati principali di questa prima fase sono: studio della documentazione del comune; predisposizione dell’identità visiva e della campagna di comunicazione; definizione della “Mappa delle criticità e opportunità nelle frazioni” attraverso l’intervista alla Giunta Comunale, l’incontro di formazione con i tecnici comunali, nonché l’incontro pubblico preliminare; costruzione del Quadro Conoscitivo; insediamento e attivazione del Tavolo di Negoziazione. FASE 2 - Coinvolgimento nel percorso partecipativo: rassegna partecipata delle progettualità depositate nel tempo (Participatory Scenario Building Workshop); verifica della fattibilità delle proposte analizzate (Field Workshop) e il Planning for Real; laboratori di Frazione per la progettazione partecipata (Consensus Conference). I risultati principali di questa seconda fase sono: redazione di una bozza del documento “Schema direttore delle frazioni”, strutturato in seguito alla rassegna partecipata delle progettualità depositate nel tempo, alle attività sul campo e ai laboratori; incontri del Tavolo di Negoziazione e relativa attività di comunicazione; raccolta di nuovi suggerimenti, critiche, proposte da trasferire al TdN. FASE 3 - Conclusione del percorso partecipativo: incontri pubblici conclusivi nelle frazioni di presentazione, discussione e Deliberazione; presentazione alla Giunta Comunale; redazione del Documento di proposta partecipata. I risultati principali di questa terza fase sono: la condivisione del documento “Schema direttore delle frazioni”; proseguimento degli incontri del Tavolo di Negoziazione e delle attività di comunicazione; consegna della documentazione finale all’Amministrazione Comunale; presa in carico dall’Amministrazione con formulazione del proprio commento attraverso un atto amministrativo in cui chiarisca la propria decisione finale; pubblicizzazione via stampa, sulla pagina del sito dedicata al processo e alla discussione aperta con la cittadinanza delle proprie decisioni assunte.

Utilizzo di piattaforme tecnologiche, metodologie e strumenti digitali

Costo del processo

36.500,00 €

Figure Professionali

Moderatori (Esterni)

Territorio Interessato

Guastalla

Tecniche di Partecipazione

Passeggiata di quartiere / Planning for real / Ascolto attivo / Consensus Building

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Coinvolgere i cittadini come soggetti attivi nelle fasi di progettazione, realizzazione e manutenzione degli spazi pubblici; migliorare gli interventi di progettazione, manutenzione e riqualificazione delle aree pubbliche in relazione alle aspettative dei cittadini; ridurre i costi della manutenzione degli spazi pubblici attraverso un coinvolgimento attivo della popolazione; favorire un riequilibrio nelle dotazioni territoriali fra centro capoluogo e frazioni periferiche; introdurre nella pratica amministrativa modalità maggiormente inclusive del contributo attivo dei cittadini.

Risultati Attesi

Una valutazione condivisa delle progettualità che interessano le frazioni; un approfondimento non solamente tecnico degli investimenti pubblici; uno schema direttore delle dotazioni territoriali nelle frazioni; un elenco di progetti sullo spazio pubblico da candidare a futuri finanziamenti.

Documenti condivisi

Documenti finali condivisi con il soggetto titolare della decisione

Documento di proposta partecipata

Upload Documento finale condiviso

Risultati conseguiti

Piena condivisione e conoscenza delle progettualità che interessano la frazione di Pieve; condivisione con la popolazione delle modalità per effettuare gli investimenti pubblici nel campo degli interventi di riqualificazione; definizione di uno schema direttore delle dotazioni territoriali nella frazione di Pieve, condiviso con tutti i partecipanti alle attività del percorso;definizione condivisa delle priorità di intervento lungo Via Pieve e degli stralci progettuali da attivare.

Indice di partecipazione

22 / 24

Livello di partecipazione

EMPOWERMENT

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Anno della certificazione

2015

Sollecitazione realtà sociali

Le associazioni, gli enti e le istituzioni saranno contattate tramite i database in possesso dell’Amministrazione Comunale. A ciascuno dei soggetti che saranno ritenuti interessanti e da coinvolgere sarà inviata una e-mail e saranno inoltre contattati telefonicamente. La cittadinanza sarà coinvolta attraverso un’azione di volantinaggio e di tam tam personalizzato dalle diverse associazioni coinvolte, che dovrà raggiungere le diverse realtà sociali, con attenzione alle differenze di genere, di abilità, di età, di lingua e di cultura.

Modalità di inclusione

Ad ogni evento pubblico i cittadini si potranno iscrivere, l’autoselezione avverrà anche grazie al passaparola da parte dei cittadini che avevano partecipato alle attività precedenti.Una particolare attenzione verrà posta alla partecipazione di genere (orario incontri e baby sitting).Invito specifico (in diverse lingue) per gruppi e associazioni rappresentanti le comunità di stranieri. Ruolo del Tdn nelle definizione delle ulteriori modalità di inclusione

Tavolo di Negoziazione

Il Tavolo di Negoziazione redigerà nella fase di start up un regolamento condiviso dai partecipanti nel quale saranno esplicitati ruolo e compiti di ciascun soggetto, con particolare attenzione alla comunicazione e promozione dell’iniziativa. Il passo successivo sarà quello di elaborare un quadro delle prime posizioni in merito alla questione in discussione, individuando scenari e strategie. Il Tavolo di Negoziazione sarà composto da rappresentanti dell’Amministrazione, da rappresentanti dei soggetti organizzati e da eventuali altri referenti particolarmente rappresentativi. Il Tavolo di Negoziazione avrà il compito di mantenere il filo di collegamento tra l’Amministrazione Comunale e la società civile, fungendo da garante per la continuità del percorso e per il raggiungimento dei risultati. Pertanto, il TdN avrà anche la mansione di condividere le procedure di deliberazione e di contribuire alla messa a punto dei materiali di comunicazione. Il TdN verrà condotto attraverso la metodologia del focus group, prevedendo la presenza di un facilitatore e di un verbalizzatore.

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Apertura

Participatory Scenario Building Workshop; Field Workshop; Planning for Real

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Chiusura

Laboratori di Frazione per la progettazione partecipata gestiti con la tecnica del Consensus Conference; Assemblea di restituzione con la modalità dell’ascolto attivo e del confronto creativo

Modalità di comunicazione dei risultati del processo

Pubblicazione di tutta la documentazione in uno spazio “web” dedicato al progetto all’interno del sito internet del Comune di Guastalla, realizzazione di un’applicazione per OS Apple, Android e Windows Phone per permettere di interagire con il percorso di partecipazione. Creazione immagine coordinata, stampa materiali informativi cartacei, social media.

Sintesi della valutazione regionale

Progetto certificato dal Tecnico di garanzia ai sensi dell’art. 8 lettera b) della LR n. 3/2010

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Anno Finanziamento

2015

Importo finanziato dal Bando

3.100,00 €

Tipologia di Soggetto proponente

Comune con popolazione superiore a 5.000 abitanti

Settore Premiante

Politiche di salvaguardia dell'ambiente e del territorio urbano

Accordo

Si

Istanze

Si

Petizioni

No

Altre manifestazioni di interesse (articoli di giornale, blog, ecc.)

Si

Monitoraggio del processo partecipativo

A cura di un gruppo di monitoraggio individuato dal TdN

Cofinanziamento

Si

Percentuale Cofinanziamento

45,21%

Processo in zone terremotate

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Allegati

Scheda progetto e/o allegati

201511131122140.Comune Guastalla progetto.pdf /

Relazioni del Soggetto Titolare

20164271427350.Comune Guastalla Relazione intermedia.pdf /

Relazioni del Soggetto Titolare

20169141229390.GUASTALLA_Relazione_finale.pdf /

Documento di proposta partecipata e/o relativi allegati

2016851331120.Comune Guastalla DocPP.pdf /

Validazione del Tecnico di garanzia

2016851331240.Comune Guastalla Validazione DocPP.pdf /

Altri documenti

2015124934480.Comune Guastalla avvio percorso.pdf /

Altri documenti

201512493520.DELIBERA 1142015.pdf

Crediti

Processo segnalato da

Osservatorio partecipazione su documentazione regionale

Dettagli o note sulle fonti utilizzate

Esiste anche la pagina facebook del progetto: https://www.facebook.com/guastallapartecipazione/?fref=tswww.comune.guastalla.re.it
Data ultima modifica: 30/01/2020
torna all'inizio del contenuto