Ambiente Open data Reggio Emilia

Certificato

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Natura Processo

Processo certificato non finanziato

Durata (mesi)

12

Gestione di Processo

Titolari della decisione

Comune di Reggio Nell'Emilia

Soggetti esterni

Arpae / Associazione “Coordinamento Ag 21 locali” / Città metropolitana di Bologna / Gruppo di Lavoro “Facciamo i conti con l’ambiente” / Regione Emilia-Romagna / Società Indica

Partecipanti

Singoli cittadini

Caratteristiche

Struttura responsabile del processo

Comune di Reggio Emilia

Indirizzo

Piazza Prampolini, 1, 42121 Reggio Emilia

Mappa di Impatto

archive/201312191652590.593.jpg

Ambito di intervento

Società dell'informazione

Tematica specifica

Co-design siti/servizi web

Attività istituzionale correlata al processo di partecipazione

Altre iniziative

Tipo di partecipazione

Regolata da statuti o atti deliberativi

Codecisione

No

Numero persone partecipanti (stimate o effettive)

40

Tra i soggetti partecipanti si registra la presenza femminile

Non indicato o dato non disponibile

Riscontro della prevalenza di genere fra i partecipanti

Non indicato o dato non disponibile

Conciliazione con tempi di vita e lavoro dei partecipanti nella gestione del processo

Non indicato o dato non disponibile

Note alla presenza femminile

Non specificamente indicato

Anno di avvio

2013

Anno di chiusura

2013

Fasi del percorso

Il percorso partecipativo effettivamente realizzato potrebbe differire dal progetto originariamente certificato dal Tecnico di Garanzia. Il Processo Partecipativo sarà articolato in due sottoprocessi che lavoreranno in gran parte in parallelo. A- Costituzione del TAVOLO DI NEGOZIAZIONE (TdN) finalizzato principalmente a definire il Programma (Agenda) per l'apertura in formato open dei principali dati di carattere ambientale relativi al territorio comunale, comprendente: obiettivi; azioni, responsabilità, tempi, accordi, protocolli. Il tavolo coinvolgerà i principali stakeholder istituzionali, gli enti detentori di dati ambientali" le associazioni ambientaliste, i servizi interni dell'Ente. B- Coinvolgimento, attraverso una CALL "bando aperto", dei. possibili utilizzatori dei dati open, per la creazione di una COMMUNITY finalizzata alla co-progettazione del possibili riusi dei dati ambientali. La call sarà aperta a tutti i cittadini ma l'obiettivo è intercettare i soggetti del mondo universitario, delle start-up, della ricerca ed innovazione, dei sviluppatori informatici di applicazioni e sistemi di comunicazione dei dati e informazioni ambientali.

Utilizzo di piattaforme tecnologiche, metodologie e strumenti digitali

Costo del processo

20.000,00 €

Figure Professionali

Moderatori (Esterni)

Territorio Interessato

Reggio Nell'Emilia

Tecniche di Partecipazione

Barcamp

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Obiettivi generali di interesse dell'Amministrazione sono: 1. miglioramento della trasparenza e rendicontazione soprattutto in riferimento alle tematiche ambientali; 2. miglioramento servizi ambientali offerti; 3. valorizzazione dei dati, in particolare dei dataset ambientali; 4. creazione di un networking tra Pubbliche Amministrazioni, Enti gestori dei servizi ambientali ed i possibili utilizzatori/riutilizzatori dei dati locali; 5. ampliare e rafforzare l'esperienza decennale di accountability ambientale dell'Ente attraverso l'apertura anche in formato open dei principali dati ambientali. Sono previsti due obiettivi specifici: rendere disponibili in formato "open data" i principali dati ambientali riferiti al territorio comunale (ad es.: verde, mobilità, acque, rifiuti, energia, educazione ambientale, inquinamento acustico, inquinamento elettromagnetico, gestione ambientale, acquisti verdi, ... ) secondo dei criteri condivisi; incentivare l'uso e il riuso degli dati ambientali in formato open da parte della comunità locale.

Risultati Attesi

Redazione di uno specifico Programma condiviso da tutti gli stakeholder che a vario titolo partecipano alla "filiera dei dati ambientali (come produttori, elaboratori o utilizzatori finali) Agenda Ambiente Open Data Reggio Emilia") finalizzato all'apertura in formato open dei principali dati di carattere ambientale relativi al territorio comunale comprendente: gli obiettivi specifici, le azioni da intraprendere, le responsabilità, j tempi, nonché gli eventuali accordi-protocolli tra enti detentori dei dati ed avvio di partnership pubblico-privato, Avvio di una Community che coinvolga i possibili utilizzatori e riutilizzatori dei dati stessi, che, attraverso un percorso di confronto e co-progettazione, fornisca un catalogo dei possibili prodotti e servizi Lancio di un Network che dovrà seguire le fasi successive di attuazione dell'Agenda.

Documenti condivisi

No

Indice di partecipazione

12 / 24

Livello di partecipazione

CONSULTAZIONE

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Anno della certificazione

2013

Sollecitazione realtà sociali

Soggetti già coinvolti nel progetto sperimentale "Ambiente Open Data", nei workshop di settembre e nel workshop preliminare a Reggio Emilia (13/09/13)

Modalità di inclusione

I potenziali interessati del Processo sono in maniera diretta tutti i soggetti detentori e possibili utilizzatori dei dati, siano essi soggetti pubblici o privati. Le modalità di sollecitazione saranno differenziate a seconda della tipologia di stakeholder e seguiranno due percorsi: in associazioni o comitati già presenti oppure sorti - Incontri strutturati, gestiti da facilitatori esterni per Tavolo di Negoziazione e incontri più informali ispirati alla metodologia "bar Camp"per gli incontri della Community

Tavolo di Negoziazione

I partecipanti al Tavolo verranno selezionati attraverso i seguenti criteri: - Detenzione e titolarità di dati ambientali; - Capacità di utilizzo dei dati ambientali aperti; - Livello di interesse nella fruizione delle informazioni ambientali. l TdN sarà il principale driver del co-design necessario al fine di attuare un'apertura razionale ed efficiente che soddisfi le richieste dei cittadini. Il TdN è il luogo dove convergono e si confrontano i diversi punti di vista e interessi rispetto al processo di apertura dei dati ambientali e al tempo stesso è il luogo dove si creano le relazioni necessarie a garantire dopo la fine del percorso una effettiva apertura, riuso e diffusione dei dati ambientali. Da questo punto di vista, il TdN non è semplicemente l'organismo del processo partecipativo, ma è la base su cui sviluppare una comunità stabile.

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Apertura

questionario, utilizzo social network, bar Camp

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Chiusura

web

Modalità di comunicazione dei risultati del processo

e-mail, Sito internet, Social network, Call, Contatto diretto

Sintesi della valutazione regionale

Progetto certificato dal Tecnico di garanzia ai sensi dell’art. 8 lettera b) della LR n. 3/2010

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Tipologia di Soggetto proponente

Comune con popolazione superiore a 5.000 abitanti

Settore Premiante

Politiche di sostenibilità ambientale

Accordo

No

Istanze

No

Petizioni

No

Altre manifestazioni di interesse (articoli di giornale, blog, ecc.)

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Monitoraggio del processo partecipativo

Successivamente alla conclusione del Processo partecipativo il Gruppo di lavoro interno attuerà un monitoraggio e rendicontazione dell'attuazione dell'Agenda e della effettiva prosecuzione del Network. Tale monitoraggio si effettuerà secondo due modalità principali: 1- Pubblicazione sul sito internet dello stato di attuazione delle azioni contenute nell'Agenda rispetto alla tempistica prevista 2- Creazione di una sezione specifica dell'attuazione dell'Agenda nel Bilancio Ambientale a consuntivo 2014

Cofinanziamento

No

Processo in zone terremotate

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Crediti

Processo segnalato da

Osservatorio partecipazione su documentazione regionale
Data ultima modifica: 18/02/2020
torna all'inizio del contenuto