MISANO, PER UN COMMERCIO VICINO E SOSTENIBILE

CertificatoFinanziato

Processo

Stato di avanzamento

Concluso

Natura Processo

Processo certificato e finanziato

Data inizio

11/01/2020

Data fine

04/11/2020

Durata (mesi)

10

Richiesta e concessione della proroga

Gestione di Processo

Titolari della decisione

Comune di Misano Adriatico

Soggetto beneficiario dei contributi

Comune di Misano Adriatico

Soggetti esterni

AESS / Comitati di quartiere (Misano Adriatico) / Confcommercio / Confesercenti

Partecipanti

Singoli cittadini

Caratteristiche

Struttura responsabile del processo

Ufficio di piano del Comune

Mappa di Impatto

odp_files/comune_misanoadriatico.jpg

Ambito di intervento

Sviluppo economico

Tematica specifica

Sviluppo attività produttive

Attività istituzionale correlata al processo di partecipazione

Altre iniziative

Tipo di partecipazione

Non regolata

Codecisione

Numero persone partecipanti (stimate o effettive)

30

Tra i soggetti partecipanti si registra la presenza femminile

Si

Riscontro della prevalenza di genere fra i partecipanti

Nessuna prevalenza

Anno di avvio

2020

Anno di chiusura

2020

Fasi del percorso

Le fasi del processo partecipativo saranno le seguenti: Condivisione del percorso Questa fase è preparatoria al processo partecipativo vero e proprio e mira a garantire la più ampia partecipazione degli operatori del settore del commercio, degli stakeholder, degli studenti e della cittadinanza in generale. In particolare il Tavolo di Negoziazione dovrà stabilire le date degli incontri e delle diverse attività in modo da poterle divulgare. I commercianti aderenti alle associazioni di categoria verranno informati tramite mailing list e invitati a tutti gli incontri. La cittadinanza potrà invece essere informata attraverso la stampa e i profili dei social network attivi (es. Misano in Comune); ci si interfaccerà inoltre con gli organizzatori del Consiglio Comunale dei ragazzi per verificare modi e tempi del loro coinvolgimento. Altre attività di divulgazione e coinvolgimento verranno definite nell'incontro iniziale del Tavolo di negoziazione. In questa fase verranno inoltre attivate le pagine web del sito del Comune di Misano e lanciata la campagna di raccolta dati via web. Tale campagna prevede in modo sintetico la predisposizione di un questionario on line con domande relative al tema del commercio di vicinato e la raccolta di idee e pareri. Contestualmente verrà chiesto di inviare eventuali foto d'epoca che riguardino il commercio di Misano nella storia, i negozi, le modalità di vendita e altre immagini inerenti il tema del processo partecipativo. Indicatori di monitoraggio di questa fase potranno essere: prima riunione del tavolo di negoziazione, n° di post pubblicati, invio degli inviti degli associati alle Associazioni di categoria, attivazione del questionario on-line e della raccolta di immagini, Svolgimento del processo partecipativo Il Tavolo di negoziazione è incaricato nella fase preparatoria di mettere a punto nel dettaglio le attività da intraprendere, il calendario degli incontri, i contributi tematici e gli esperti da coinvolgere. Evento di apertura iniziale: l'evento sarà un evento di orientamento in cui partecipanti dovranno cogliere il tema in generale e le finalità particolari del processo partecipativo; sarà un evento aperto a tutti e dovrà illustrare le attività previste e il calendario delle azioni. Sarà organizzato un eventi complementare per rendere attrattivo l'incontro (da definire a cura del tavolo di Negoziazione). Tre/quattro incontri laboratoriali di confronto strutturato (focus group, world cafè) finalizzati alla definizione condivisa dei principi, della struttura e delle finalità del protocollo d'intesa; verrà inoltre attivata una raccolta di immagini storiche delle attività commerciali di Misano Adriatico da mettere in relazione alle immagini attuali da raccogliere attraverso una "maratona fotografica" aperta a tutta la cittadinanza: questo permetterà di ottenere spunti di riflessione per il dibattito. Uno degli incontri verrà aperto da contributo tecnico tenuto dall'Arch. Santacroce che illustrerà cosa cambia per il commercio nel nuovo PUG del Comune di Misano Adriatico. I risultati del questionario on line saranno materiale utile per attivare momenti di partecipazione strutturata su temi specifici. Verrà inoltre realizzata un'attività di coinvolgimento del Consiglio Comunale dei ragazzi (nel 2019 attivi sul tema dell'economia circolare). Evento di chiusura: a valle della discussione degli esiti del percorso con il Tavolo di Negoziazione si organizzerà l'evento di chiusura con la presentazione delle proposte emerse da inserire nel protocollo d'intesa. Indicatori di monitoraggio di questa fase potranno essere: incontri e attività organizzate, rispetto dei tempi, numero di partecipanti,. 3.impatto sul procedimento amministrativo/ decisionale L'Amministrazione Comunale redigerà una bozza do protocollo d'intesa che verrà sottoposta al parere dei firmatari e del Comitato di Garanzia Locale; una volta ottenuto il testo definitivo del protocollo d'intesa sarà calendarizzato per l'approvazione in Giunta Comunale. Per ragioni dovute alla pandemia Covid19, la Giunta regionale con propria delibera n. 734 del 25 giugno 2020 ha prorogato di complessivi 83 giorni il termine per la chiusura di tutti i processi partecipativi finanziati con il Bando 2019 approvato con delibera n. 1247/2019 (https://partecipazione.regione.emilia-romagna.it/news/normali/news-2020/novita-per-i-progetti-finanziati-dal-bando-2019).

Impatto della situazione di emergenza sanitaria COVID19 sul processo

Processo modificato a causa della situazione di pandemia COVID19

Modifiche intervenute a causa della situazione di pandemia COVID19

Mancato coinvolgimento del Consiglio Comunale dei Ragazzi; 2° incontro del Tavolo di Negoziazione svolto su piattaforma digitale e dedicato alla rimodulazione delle attività del percorso; Evento pubblico di apertura sostituito con evento online; Realizzazione di due laboratori facilitati online in sostituzione di incontri/laboratori in presenza sul territorio; Rinvio a settembre-ottobre dei rimanenti due incontri in presenza, rappresentati da: terzo laboratorio facilitato e evento di chiusura alla presenza del TdN. Nella fase iniziale del progetto l’inizio della pandemia legata alla diffusione del Covid-19, non solo ha annullato il calendario già definito, ma ha cambiato le carte in tavola in modo radicale: i commercianti sono stati costretti ad una chiusura forzata e prolungata e, di conseguenza, a sperimentare -oltre ad una forte riduzione delle entrate economiche- anche nuove forme di vendita e di relazione con i clienti, prima non pensabili. Alla fine di maggio il percorso, bloccato da fine febbraio, è ripartito sperimentando modalità di partecipazione on-line, inserendo la tematica della chiusura forzata per Covid-19 negli argomenti di discussione e dirottando alcune iniziative previste in un potenziamento dei materiali di comunicazione da divulgare attraverso la rete. Quindi: annullate le passeggiate e la maratona fotografica per i giovani e inserite video-interviste ai commercianti e a soggetti esperti in grado di fornire suggestioni sui temi del progetto. Inoltre, maggiore rilevanza è stata data ai questionari diffusi on-line al fine di ampliare i contributi e per superare la barriera dell’utilizzo del web per la partecipazione.

Utilizzo di piattaforme tecnologiche, metodologie e strumenti digitali

Descrizione strumenti digitali

questionario on line; Impiego delle piattaforme digitali Zoom e Miro per incontri e laboratori facilitati

Costo del processo

20.000,00 €

Figure Professionali

Esperti della specifica materia trattata (Esterni) / Facilitatori (Esterni)

Territorio Interessato

Misano Adriatico

Tecniche di Partecipazione

Ascolto attivo / Focus Group / Brainstorming strutturato / World Cafè

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Gli obiettivi che il progetto intende perseguire: 1.Attivare gli stakeholder del territorio (commercianti, associazioni di categoria, tecnici e cittadini in genere) attraverso un dialogo strutturato e costruttivo e attraverso la condivisione di conoscenze, competenze e capacità specifiche. 2.Incentivare e supportare i commercianti nella realizzazione di azioni del rilancio del commercio di vicinato. 3.Definire una visione condivisa del centro di Misano (focus sul commercio) in relazione ai flussi turistici e alle altre zone del territorio comunale, e in relazione alle tematiche dell'economia circolare, dello sviluppo sostenibile e della lotta ai cambiamenti climatici. 4.Giungere alla sottoscrizione da parte dell'Amministrazione e delle associazioni di categorie di un protocollo d'intesa per il rilancio del commercio di vicinato che individui strategie e azioni da realizzare sul territorio, specificandone strumenti e procedure tempistiche e soggetti coinvolti. 5.Sensibilizzare la cittadinanza rispetto ai temi della riqualificazione del territorio, della resilienza del territorio, della qualità della vita e della cittadinanza attiva, mettendo in luce gli aspetti positivi della collaborazione tra cittadini e tra cittadini e PA.

Risultati Attesi

I "prodotti" attesi attraverso il processo partecipativo sono: L'individuazione di indicazioni, strategie e azioni condivise per il rilancio del commercio di vicinato, come alternativa alla grande distribuzione. la raccolta di immagini storiche degli esercizi commerciali di vicinato l'organizzazione di una maratona fotografica per la raccolta di immagini del commercio come viene percepito oggi la redazione di pagine web dedicate al processo partecipativo

Documenti condivisi

Documenti finali condivisi con il soggetto titolare della decisione

Documento di proposta partecipata

Upload Documento finale condiviso

Risultati conseguiti

Si è delineata la possibilità di attivare forme di collaborazione con diversi soggetti, anche non sottoscrittori dell’accordo formale, per sviluppare l’attivazione di una rete di commercianti e di una cabina di regia degli eventi. I partecipanti (commercianti) hanno sperimentato un luogo neutro in cui confrontarsi anche con l’Amministrazione Comunale, sebbene possa essere considerato un primo step. Il tema del coordinamento delle iniziative presenti sul territorio è emerso con forza in tutti i laboratori ed è stato definito come azione prioritaria in grado di contenere e indirizzare le altre proposte emerse L’analisi swot ha permesso di mettere a fuoco i punti di forza e di debolezza della situazione attuale, facendo emergere strategie e azioni su cui lavorare: 1. Rafforzamento dell’alleanza tra commercio, artigianato e turismo 2. Mediazione e orientamento dell’occupazione degli spazi privati per aumentare la qualità del tessuto commerciale e la coerenza con l’identità del territorio 3. Aumento della sostenibilità Sono emersi numerosi elementi di una visione relativa alle prospettive di miglioramento del commercio di vicinato a Misano. La discussione è stata in più occasioni stimolata da interventi (interviste dal vivo o video) di esperti del settore del marketing o dello sviluppo sostenibile. Nel DocPP sono riassunte tutte strategie e azioni che saranno oggetto del protocollo d’intesa. Sono emersi ambiti di lavoro più che azioni vere e proprie, ma il livello di dettaglio ben si adatta ad un protocollo d’intesa. La realizzazione di video-interviste con contenuti anche più tecnici (es. sul nuovo PUG) postate su Facebook, hanno raggiunto un buon numero di cittadini/commercianti. Sono stati prodotti parecchi materiali pubblicati sulla pagina Facebook, e sulla pagina web del comune, sebbene non si sia riusciti a coinvolgere la fascia dei giovani e degli anziani, in quanto memoria storica del commercio di vicinato a Misano, in chiave identitaria. Il tema della sostenibilità non è emerso come invece ci si sarebbe aspettato. Le strategie e azioni del DocPP e che saranno oggetto del protocollo d’intesa sono mirate al miglioramento qualitativo del commercio e alla riqualificazione urbana

Indice di partecipazione

20 / 24

Livello di partecipazione

EMPOWERMENT

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Anno della certificazione

2019

Sollecitazione realtà sociali

Qualora durante lo svolgimento del percorso partecipativo dovessero nascere nuovi soggetti sociali, comitati, libere associazioni di cittadini interessati al processo tali soggetti saranno chiamati a dare il loro contributo per il buon esito del processo stesso. Inoltre, per tutta la durata dei lavori si solleciterà l'adesione di eventuali altri soggetti singoli e/ associati anche grazie agli strumenti di comunicazione digitale. Ci si avvarrà anche del supporto della rete di conoscenze dei firmatari dell'accordo formale tra le parti. Inoltre, tutti i materiali del percorso saranno scaricabili in ogni momento dal sito web del Comune e sarà possibile richiedere informazioni, materiali o inviare richieste ai contatti di posta elettronica e telefonici del Comune comunicati. I nuovi soggetti verranno poi inseriti nell'indirizzario del Comune in modo da ricevere direttamente via e-mail tutti gli aggiornamenti sul percorso.

Modalità di inclusione

In generale l'ascolto "attivo" è alla base di tutti gli incontri che verranno organizzati: infatti di fronte ad una situazione complessa in cui le dimensioni del problema e gli interessi sono differenti ma interdipendenti, è fondamentale osservare la realtà in modo "polifonico", vale a dire ascoltare tutte le voci per arricchire la visione del problema e le strategie per affrontarlo. Nella progettazione partecipata l'ascolto attivo è fondamentale perché consente di adottare uno sguardo esplorativo, che aiuta a valorizzare la ricchezza dei punti di vista di tutti coloro che hanno un interesse in un problema. L'ascolto attivo richiede di passare da un atteggiamento passivo (io ho ragione-tu hai torto) ad un atteggiamento attivo, in cui si accetta che tutti possano avere ragione

Tavolo di Negoziazione

Il Tavolo di Negoziazione sarà inizialmente composto dai rappresentanti dell'Amministrazione Comunale e dai firmatari dell'accordo formale tra le parti. Successivamente all'interno dei tavoli di lavoro del Tavolo di Negoziazione si potrà valutare l'allargamento ad altri soggetti anche in relazione al numero e alla tipologia dei partecipanti al percorso partecipativo. Si cercherà comunque di mantenere un equilibrio tra enti e istituzioni e altri soggetti più "deboli".

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Apertura

Evento di apertura, un evento di orientamento: i partecipanti dovranno cogliere il tema in generale e le finalità particolari del processo partecipativo anche grazie a brevi interventi frontali informativi. Successivamente saranno organizzate attività di brainstorming e focus group. Laboratori partecipativi: organizzati attraverso focus group e world cafè permetteranno di far emergere opinioni, criticità ma anche idee per stimolare il commercio di vicinato e rianimare le zone di Misano centro identificate come aree di interesse.

Strumenti di DDDP adottati nello svolgimento del processo - Chiusura

Evento finale, evento di raccolta e formalizzazione dei risultati da parte dei partecipanti, attraverso sottogruppi di discussione e gruppi plenari. La fase conclusiva mira alla sintesi delle istanze e delle proposte che, durante il percorso partecipato, sono progressivamente emerse grazie a un processo condiviso di affinamento e di scrematura delle priorità. Questa fase prevede la redazione del Documento di Proposta Partecipata, la sua presentazione alla cittadinanza in un forum pubblico e il suo recepimento da parte dell'ente. Forum pubblico di Chiusura in cui verranno presentati ai cittadini gli esiti del percorso partecipato e gli ulteriori sviluppi del processo, quelli previsti e altri che eventualmente venissero a delinearsi. Il forum sarà aperto a tutta la cittadinanza, senza obbligo di iscrizione e verrà comunicato con largo anticipo e attraverso tutti gli strumenti previsti dal piano di comunicazione. Il forum verrà organizzato sotto forma di tavola rotonda e cittadini saranno stimolati ad intervenire. Al termine dell'attività verrà distribuito ai partecipanti un breve questionario di valutazione e gradimento del percorso. I partecipanti saranno gli operatori del settore del commercio, gli associati alle Associazioni di categoria, i comitati di quartiere, i ragazzi delle scuole medie, i tecnici, le associazioni presenti sul territorio di Misano e tutti i cittadini interessati. Per la risoluzione di eventuali nodi conflittuali si utilizzeranno i metodi delle DDDP

Modalità di comunicazione dei risultati del processo

Gli esiti del processo partecipato, il materiale divulgativo e i in generale tutti documenti di output saranno pubblicati su una pagina dedicata del sito internet del Comune di Misano Adriatico. La diffusione di tale materiale avverrà attraverso i canali di Comunicazione dell'Ente sia digitali (es. profilo facebook Misano in Comune, newsletter, ecc..) sia cartacei (rivista comunale). Inoltre, saranno inviati comunicati stampa agli organi di stampa locale, anche tramite gli uffici preposti del Comune. Inoltre, l'evento conclusivo sarà aperto a tutti e sarà il momento di presentazione dei risultati raggiunti.

Sintesi della valutazione regionale

Conforme ai criteri di qualità tecnica di cui all’art. 17 della L.R. n. 15/2018, e ai requisiti stabiliti nell’allegato 1 alla Deliberazione di Giunta regionale n. 1247 del 22/07/2019

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Anno Finanziamento

2019

Importo finanziato dal Bando

15.000,00 €

Tipologia di Soggetto proponente

Comune con popolazione superiore a 5.000 abitanti

Settore Premiante

Modelli collaborativi per lo sviluppo sostenibile e per la progettazione e riqualificazione di spazi urbani pubblici o privati ad uso pubblico, anche improntati alla cooperazione e co-gestione dei beni comuni urbani

Accordo

Si

Istanze

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Petizioni

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Altre manifestazioni di interesse (articoli di giornale, blog, ecc.)

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Comitato di garanzia locale

Il Comitato di Garanzia Locale (CGL) sarà selezionato all'inizio del percorso partecipato e sarà composto da persone del tavolo di negoziazione preferibilmente con esperienza di processi partecipativi, e con capacità di analisi imparziale. A questa selezione potranno essere aggiunti altri cittadini che ne facessero richiesta, in forma singola o come rappresentanti di altri soggetti organizzati, aventi le caratteristiche sopra-indicate. Il numero dei partecipanti al CGL sarà comunque molto ristretto. Almeno un membro del CGL dovrà essere presente a ciascuna delle attività previste dal percorso di partecipazione affinché l'attività di controllo sia continua e coerente. Il Comitato avrà il compito di verificare il rispetto dei tempi, delle azioni previste, dell'applicazione del metodo e il rispetto del principio d'imparzialità dei conduttori e con funzioni di monitoraggio dell'esito del processo. Il CGL si riunirà almeno tre volte durante lo svolgimento del percorso partecipativo e svolgerà le seguenti attività: -definizione del funzionamento del Comitato stesso (le modalità di discussioni, la possibilità di includere eventuali ulteriori membri, le modalità di risoluzione dei conflitti, i criteri per la nomina dei moderatori e della redazione dei verbali); - definizione degli indicatori da verificare ali fini del monitoraggio; -calendarizzazione degli incontri; -definizione di strumenti per svolgere un'attività di monitoraggio efficace ed imparziale; - redazione di report sull'avanzamento del progetto che saranno messi a disposizione; -raccogliere i dati del monitoraggio riguardanti le attività del percorso; -redazione di una relazione finale sul monitoraggio che raccolga anche la documentazione fotografica del percorso partecipativo da consegnare al Comune di Misano Adriatico attraverso i canali istituzionali entro 30 giorni dalla formale chiusura del percorso partecipativo; - valutare il Documento di Proposta Partecipata.

Monitoraggio del processo partecipativo

L'attività di monitoraggio del percorso di partecipazione che dovrà essere svolta dal Comitato di Garanzia Locale sarà relativa alla verifica del corretto ed efficace svolgimento del percorso di partecipazione e alla verifica ex-post, del recepimento del Documento di Proposta Partecipata da parte dell'Amministrazione e della successiva stipula di un protocollo d'intesa tra i cittadini, gli operatori del commercio e Amministrazione Comunale. In particolare, dovrà essere redatto un piano di monitoraggio. Il Comitato di Garanzia nel piano individuerà un elenco degli indicatori di performance e degli obiettivi di qualità per monitorare i differenti aspetti del percorso partecipativo (organizzativi, procedurali, comunicativi, di coinvolgimento e inclusione, di rilevanza dei risultati, ecc.). Il piano di monitoraggio riguarderà almeno i seguenti aspetti: - rispetto delle tempistiche e della realizzazione di tutte le attività previste -effettivo coinvolgimento della cittadinanza e degli stakeholder -efficacia del piano di comunicazione -l'imparzialità dei facilitatori -l'utilizzo di metodi adeguati per garantire la partecipazione della più ampia platea e la risoluzione dei conflitti -la rispondenza del Documento di Proposta Partecipata ai risultati del processo -il raggiungimento degli obiettivi e dei risultati prefissati -il recepimento degli esiti del processo da parte dell'Amministrazione Comunale. Inoltre, il Comitato di Garanzia potrà integrare il piano di monitoraggio con indicatori di performance e scadenze temporali relativamente all'attuazione del protocollo d'intesa e suggerire all'Amministrazione Comunale eventuali attività ulteriori volte a garantire un più completo raggiungimento degli obiettivi di progetto.

Cofinanziamento

Si

Percentuale Cofinanziamento

25%

Processo in zone terremotate

Non prevista come premialità nel bando di riferimento

Attività di formazione – forme di sviluppo delle competenze del personale coinvolto

Descrizione delle attività di formazione

Organizzazione e gestione di 1 giornata formativa interne (4 ore) sui temi della partecipazione e della rigenerazione partecipativa di beni comuni. Previste parti frontali e materiale fruibile on-line. Predisposizione di testi formativi.

Allegati

Scheda progetto e/o allegati

comune misano progetto 2019.pdf /

Relazioni del Soggetto Titolare

media/comune misano adriatico relazione finale per sito.pdf /

Documento di proposta partecipata e/o relativi allegati

media/comune misano docpp - copy 1.pdf /

Validazione del Tecnico di garanzia

media/comune misano validazione docpp - copy 1.pdf

Crediti

Processo segnalato da

Osservatorio partecipazione su documentazione regionale

Dettagli o note sulle fonti utilizzate

Le informazioni su modifiche causa COVID19 sono tratte dal progetto regionale Ri-partecipiamo e dalla relazione finale del processo
Data ultima modifica: 23/11/2020
torna all'inizio del contenuto