Poveglia per tutti

Processo

Stato di avanzamento

In corso

Gestione di Processo

Titolari della decisione

Associazione Poveglia per tutti

Caratteristiche

Ambito di intervento

Ambiente

Tematica specifica

Riqualificazione ambientale

Anno di avvio

2015

Anno di chiusura

2015

Fasi del percorso

L’Associazione, si è data uno statuto fondato sulla sostenibilità e la partecipazione, radicalmente innovativo ed interessante, (lo si può leggere qui).In brevissimo tempo l’Associazione ha ricevuto un notevole numero di iscrizioni (circa 5000 persone) e ha raccolto in un fondo di scopo una somma ragguardevole (circa 450.000 euro) vincolata agli interventi di riqualificazione e manutenzione delle aree verdi di Poveglia. Se entro il 2015 l’Associazione non avrà ragionevoli prospettive di poter intervenire su Poveglia il fondo di scopo sarà restituito ai soci. Con evidente danno per Poveglia e per la collettività tutta. Al fine di poter intervenire nell’isola l’Associazione ha avanzato alla Agenzia regionale del demanio una domanda di concessione per un periodo di sei anni durante i quali realizzare un programma di sistemazione delle aree verdi, miglioramento degli approdi, pulizia e manutenzione delle aree scoperte e messa in sicurezza con divieto di accesso delle aree costruite a rischio di crolli.

Territorio Interessato

Venezia

Obiettivi e Risultati

Obiettivi

Al fine di impedire tale privatizzazione e nel contempo riscattare l’isola dall’abbandono e dall’incuria in cui l’hanno lasciata gli enti che avrebbero dovuto amministrarla, si è costituita l’Associazione Poveglia per tutti: un coraggioso tentativo di cittadini interessati alla difesa dei beni comuni che ha avuto grande risonanza in Italia e all’estero. Già il nome definisce completamente gli obiettivi della Associazione: mantenere l’isola aperta e disponibile alla fruizione di tutti, ovvero dei cittadini che già oggi la frequentano e anche di coloro che amano Venezia e possono conoscere, attraverso Poveglia, le straordinarie risorse della sua Laguna. Dunque nè privatizzazione nè gestione “pubblica”, entrambe fallimentari perché finalizzate unicamente a far cassa. Si tratta di perseguire davvero una via diversa: quella della comunità che si riappropria del territorio e torna a viverlo come bene collettivo, uno straordinario terreno di rafforzamento del potere dei cittadini.

Elementi Correlati alla Certificazione di Qualità del Tecnico di Garanzia

Elementi Correlati all’adesione al Bando Regionale Annuale

Crediti

Processo segnalato da

Segnalazione web Nazionale

Segnalato da Persona

Redazione Osservatorio Partecipazione
Data ultima modifica: 20/04/2020
torna all'inizio del contenuto